Tutte tranne lei

A fine sessione erano tutti sudati, tutti tranne Sentenza, che non aveva fatto nulla se non agire un po’ sui potenziometri degli amplificatori, tanto per non sembrare inutile. Non aveva fatto nulla ma era accaldato. Il sudore di Salma, del Gianna e di Scheggia lo conosceva bene, ma quello di Giovanna non l’aveva mai sentito. Lei era di un selvaggio, strizzata in quell’abito con le tette che sembravano pronte a saltar fuori, di un selvaggio tale da risvegliargli ogni istinto animale: la caccia, l’urgenza, l’accoppiamento. Troppo da sopportare tutto in una volta. Sentenza lasciò la stanza tirando dritto verso il bagno.

L'autore

Alessandro Pomili è nato nel 1980 a Recanati. Visto che non era forte con la poesia si è dovuto spostare a Civitanova Marche. Da vent'anni scrive a tempo pieno in ben due lingue: javascript è quella in cui va meglio. In ogni caso, in entrambe ha problemi con i punti e virgola. Nel frattempo ha pubblicato un numero indefinito di siti, qualche racconto, e il romanzo “Tutte tranne lei”.

Cookie Policy